Articoli

Tutto concorre al bene di coloro che amano Dio. (Rm 8,28)

“La nostra missione di evangelizzazione in Venezuela è stata bloccata al confine ma sembra che possano riaprire il confine tra pochi giorni.
Altrimenti avevamo già preparato un piano “B” per tornare a Manaus ed evangelizzare con la nostra fraternità.

Per ora, mentre aspettavamo la risposta, abbiamo pregato, celebrato e digiunato per aprire le porte dei cuori e le porte dei confini. Ciò ha avuto ripercussioni sui media. Ci rendiamo conto ancora una volta che lo Spirito fa tutto … apparentemente bloccati, abbiamo finito per dare testimonianza della presenza della chiesa tra i poveri, tra i sofferenti.
Stiamo anche sfruttando l’opportunità di evangelizzare qui a Boa Vista, dove migliaia di venezuelani vivono per le strade della città in uno stato di povertà.
Dio, che sa tutto, ci porta dove vuole. Confidiamo in Lui e nella tua preghiera.” 

Padre Enrico Porcu

 

La chiusura del confine è contrassegnata dal clima teso

Articolo tratto dal quotidiano brasiliano Folha de Boa Vista”

Il confine del Brasile con il Venezuela è stato chiuso da giovedì 21, in seguito agli ordini del presidente Nicolás Maduro. Il passaggio è stato chiuso tra la città di Pacaraima, in Roraima e Santa Elena de Uairén, intorno alle ore 20, ma non è stato riaperto alle 7 del mattino del giorno successivo, come al solito.

C’erano migliaia di persone nella regione, tra cui un gran numero di tassisti, lavoratori dei trasporti tra le città, e brasiliani e venezuelani che volevano spostarsi da un paese all’altro, in attesa della possibilità di riaprire il confine ieri. Tuttavia, la piccola folla è stata dispersa dai soldati della Forza Nazionale Venezuelana.

Continua a leggere