Il missionario, Rafael Brito, ha ottenuto un Master in Filosofia presso la Pontificia Università Gregoriana a Roma.

.

Un bel risultato

Elaborando la tesi basata su “La fedeltà al sé stesso e la coscienza come fondamento e principio dell’azione morale, secondo Tommaso Moro”, Rafael ha celebrato questo risultato in famiglia e con gli amici, dopo due anni di studi.

Rafael ha già conseguito un Master in Teologia presso la Pontificia Università della Sardegna, presentando la tesi con tema “Il mistero della Trinità nell’opera e nella vita in Cristo, di San Nicolas Cabasilas“.

Il lavoro è stato molto buono e agli insegnanti è piaciuto molto, perché è una tesi che propone una grande originalità ed è già un’apertura per un futuro dottorato“, ha detto Rafael in una breve intervista. Il relatore della sua tesi è padre Kevin Flannery, al momento la più grande autorità su Aristotele.

Continua a leggere

L’influencer Alinne Araújo, 24 anni, è caduta dal nono piano dell’edificio in cui viveva a Recreio dos Bandeirantes, Rio de Janeiro. Il principale sospetto è che si sia suicidata.

 

Il fatto

Alinne si stava preparando al matrimonio quando, il giorno prima della cerimonia, il suo fidanzato, tramite messaggio di testo, gli ha scritto che aveva rinunciato a tutto.

Riferendo del suo dramma sul suo account Instagram, la ragazza racconta che ha ricevuto il messaggio mentre guidava, ha quindi sbandato con l’auto rischiando di morire. Ma ha detto che l’intervento di Dio le ha evitato il peggio.

Successivamente ha comunicato ai suoi ‘followers’ che la cerimonia avrebbe comunque avuto luogo e che si sarebbe sposata con se stessa, un suo modo per superare la delusione.

Le immagini del matrimonio sono state pubblicate su Instagram. Tra le parole d’incoraggiamento c’erano anche persone che dicevano che lei voleva semplicemente apparire, facendo uno stratagemma di marketing.

Tuttavia, ha ribattuto nelle sue Storie tali accuse: Continua a leggere

Gesù processato al sinedrio

Perché in un momento in cui le informazioni arrivano così velocemente, è così difficile vedere la verità in mezzo a così tanti fatti?

Una favola per i nostri giorni
Il seguente testo è attribuito a una parabola ebraica sulla verità e le bugie:
Una volta, la Menzogna e la Verità si incontrarono.
La menzogna, rivolgendosi alla verità, gli disse:
Buongiorno, signora Verità!
Gelosa del suo personaggio, la Verità, ascoltando un tale saluto, andò a controllare se fosse davvero una buona giornata. Alzò lo sguardo, non c’erano nuvole di pioggia; cantavano gli uccelli; non c’era odore di fumo nei boschi; tutto sembrava perfetto.

Continua a leggere

Il libro, frutto delle meditazioni dell’Avvento nella Casa Pontificia, di padre Raniero Cantalamessa, con il titolo “Madre Teresa – una santa per gli atei e sposati“, presenta una raccolta di meditazioni sulla santa di Calcutta.

Meditazioni sulla risposta alla chiamata
La prima pietra su cui poggia la santità di Madre Teresa è “la risposta a una chiamata”, è “l’obbedienza a un’ispirazione divina, provata e riconosciuta come tale”.
Parole del Predicatore della Casa Pontificia, padre Raniero Cantalamessa, nel dicembre 2003.

Continua a leggere

Nel pomeriggio del 21 maggio, ha avuto luogo nel “Palácio do Planalto”, la sede ufficiale della Presidenza della Repubblica del Brasile, a Brasilia, un atto di Consacrazione del Brasile a Gesù attraverso il Cuore di Maria, con la presenza del Presidente della Repubblica, Jair Messias Bolsonaro.

L’evento è stato suggerito da padre Oscar Pilloni della radio Gospa Mira di Belo Horizonte, che ha potuto raggiungere la presidenza della Repubblica attraverso il deputato federale Eros Biondini.

L’Atto ha avuto luogo nel Salone “Leste” del Palazzo Presidenziale intorno alle ore 14.00 ed ha visto anche la presenza di P. Enrico Porcu, P. Custodio, P. Leandro Rasera ed altri membri di Alleanza di Misericordia, oltre alle varie Comunità invitate. Continua a leggere

Sapevi che, qui in Brasile, c’è un’apparizione ancora investigata dalla Chiesa? Poco conosciuta è piena di prove di autenticità. Segui la storia.

Un giorno come un altro
Nel 1936, esattamente il 6 agosto, nel distretto di Cimbres, nella città di Pesqueira, avvenne la prima apparizione della Madonna a due ragazze. Maria da Luz e la sua amica Maria da Conceição.
Quel giorno il padre di Maria da Luz ordinò loro di raccogliere semi di ricino in quel posto. Sulla strada, parlarono della loro paura del temibile Lampião (brigante cangaçeiro brasiliano), che diffondeva il terrore nella campagna.

Maria da Conceição e Maria da Luz.

A un certo punto Maria da Luz disse alla sua amica: “Cosa faresti se adesso Lampião venisse qui?” – Immediatamente l’altra rispose: “La Madonna farebbe in modo che questo brigante non ci arrechi male”.
Poco dopo aver risposto, volse lo sguardo verso la montagna e si rese conto che in cima c’era una figura a forma di donna, con un bambino vicino a lei, e che le stava facendo cenno di avvicinarsi.
Maria da Conceição disse: “Guarda c’è un’immagine!” – anche Maria da Luz vide. “È una bella donna con un ragazzo.”
Le ragazze dissero che all’inizio ebbero paura, a causa dei discorsi che facevano sui briganti, ma poi, notando la bellezza della donna e del bambino, smisero di preoccuparsi e, lasciando cadere le loro ceste, corsero a casa. Continua a leggere

La tragedia è avvenuta in Malesia e ha lasciato molte persone scioccate per i dettagli che sono culminati in questa morte.

 

Risposta mortale

Davia Emelia, una ragazzina di 16 anni, si è suicidata dopo aver postato un sondaggio sul suo account Instagram chiedendo ai follower cosa avrebbe dovuto fare, se avesse dovuto morire o no. Il 69% degli intervistati ha votato che avrebbe dovuto.
Davvero importante, aiutami a scegliere Dead [morte] / Life [Vita].” Il 69% dei follower ha scelto “D” ed è stato responsabile per spingere la decisione suicida di Davia.
Qualche minuto dopo, la ragazza si sarebbe gettata dalla finestra di casa sua, dal terzo piano di un edificio residenziale nella città di Sarawak, in Malesia.
La discussione si è impadronita dei media di questo paese per quanto riguarda, in particolare, la salute mentale degli adolescenti. Continua a leggere

La visita giunta dal cielo

Era il 13 luglio 1917 nel villaggio di Fatima, in Portogallo. La folla si è radunata attorno a tre bambini che affermavano di ricevere messaggi da una “Signora venuta dal cielo”.
Lucia, Francisco e Giacinta che erano semplici pastori erano ora incaricati di una grande missione. Era il terzo messaggio della Signora. Quel giorno molte persone avevano chiesto loro preghiere, ma ciò che accadde cambiò completamente il corso delle loro vite.

La Madonna mostrò ai bambini cosa succede alle anime che non si sono convertite durante la loro vita terrena. L’esistenza dell’Inferno è attestata dalle Sacre Scritture e dal Magistero della Chiesa.
Non possiamo essere uniti a Dio se non facciamo liberamente la scelta di amarlo. Ma non possiamo amare Dio se pecchiamo gravemente contro di Lui, contro il nostro prossimo o contro noi stessi. Chi non ama rimane nella morte.
Chi non ama rimane nella morte. Chiunque odia il proprio fratello è omicida, e voi sapete che nessun omicida possiede in se stesso la vita eterna.(1 Gv 3, 14-15). Nostro Signore ci avverte che saremo separati da Lui se non riusciremo a incontrare i poveri e i piccoli”. (Catechismo della Chiesa Cattolica, 1033)
Di seguito è riportato il resoconto completo di ciò che la Madonna ha mostrato ai tre bambini e di come questo messaggio per noi sia più che attuale: Continua a leggere

La guardia nazionale bolivariana (GNB) del regime di Nicolás Maduro ha attaccato una chiesa nella diocesi venezuelana di San Cristóbal nel pomeriggio del 1° maggio.

In una dichiarazione diffusa mercoledì, Mons. Mario Moronta, vescovo di San Cristóbal, ha affermato che “questo pomeriggio un gruppo di uomini della Guardia nazionale bolivariana ha attaccato la chiesa di Nostra Signora di Fatima, situata a Tachira nel Barrio Sucre di San Cristóbal“.

La Messa stava finendo, ha detto, “quando due membri del GNB sono entrati in chiesa in motocicletta”.

Dom Moronta ha sottolineato che il parroco è sceso dal presbiterio per fermarli, ma in questo tentativo di dialogo è arrivata una banda di 40 GNB, che ha cercato di entrare.

“Il parroco, padre Jairo Clavijo, ha impedito loro di entrare, ma dopo è arrivato un generale di nome Ochoa che ha iniziato a discutere col parroco con parole poco rispettose”.

Continua a leggere

Si è svolta il 3 febbraio l’incontro mensile del movimento di Alleanza di Misericordia in Sardegna: la formazione e la meditazione della Parola, la preghiera carismatica, l’adorazione eucaristica e la santa messa, sono i contenuti vissuti insieme in questa giornata meravigliosa.

Non è mancata l’allegria e la condivisione. Fai parte anche tu di questa famiglia!

Ti aspettiamo alla GAM di Marzo 😉